CADUTA DEI CAPELLI

Altri tipi di alopecia

ALOPECIA FRONTO-TEMPORALE MASCHILE

Colpisce soggetti di sesso maschile ed è caratterizzata da un progressivo arretramento della linea fronto-temporale dei capelli, causa della tipica stempiatura a forma di M. Corrisponde allo stadio primo della scala di Hamilton e agli stadi 1 e 2 di Hamilton modificati secondo Norwood. Non sempre questo tipo di alopecia evolve in alopecia androgenetica, segno quest'ultimo, che potrebbe trattarsi  di una forma di calvizie autonoma, originata da fattori diversi.

ALOPECIA DA RADIAZIONI

Può insorgere a causa di trattamenti radioterapici a scopi curativi (solitamente tumori maligni), diagnostici, di disastri nucleari o  incidenti lavorativi. Questo tipo di alopecia può manifestarsi in modo transitorio (radiodermite acuta), cioè in contemporanea o a breve distanza dall'esposizione dell'evento scatenante, oppure a distanza di molti anni solitamente accompagnata da malattie anche gravi della pelle.

ALOPECIA POST-GRAVIDICA

Così chiamata perché si manifesta  dopo il parto, solitamente a distanza di due o tre mesi. Si tratta di un telogen effluvium scatenato dalla brusca caduta degli estrogeni circolanti e della prolattina (l'ormone che favorisce lo sviluppo mammario e l'allattamento). Nella maggior parte dei casi tende a regredire spontaneamente nell'arco di 6/12 mesi.

ALOPECIA DA TRAZIONE

È la conseguenza di continue e ripetute trazioni sui capelli. Le cause più note sono la tricotillomania (un disturbo psicologico che spinge il soggetto ad attorcigliare e tirare frequentemente i capelli con le dita) e alcune  pettinature dove i capelli vengono sottoposti a continui traumi meccanici (trecce, code, bigodini, permanente, messa in piega ecc. ). Tutto questo a lungo andare può causare danni irreversibili al follicolo pilifero e quindi alopecia.

ALOPECIA DA STATI CARENZIALI

Un'alimentazione corretta è fondamentale per il mantenimento di una buona capigliatura. Studi scientifici hanno ormai appurato lo stretto rapporto tra stato nutrizionale e produzione dei costituenti dei capelli. Diete restrittive e non equilibrate spesso sono responsabili della caduta dei capelli e dell'aumento delle alopecie, fenomeno più diffuso nel sesso femminile, certamente più incline al raggiungimento di certi standard estetici di riferimento.

Una ricerca effettuata su volontari sani sottoposti a dieta aproteica ha dimostrato che già dopo meno di 15 giorni queste persone presentavano alterazioni gravi del bulbo e dello stelo del capello, tra l'altro in totale assenza di evidenti segni ematici di carenza proteica. Ciò sta a dimostrare che particolari carenze proteiche e di minerali a livello del capello non sempre sono riscontrabili attraverso le normali analisi del sangue.

Distinguiamo due tipi di carenza proteica, quella acuta e quella cronica. In quella acuta la percentuale dei capelli in anagen scende intorno al 30%, il diametro dei bulbi passa da 80 a 25 micron, scompaiono la guaina interna ed esterna, c'è una notevole riduzione del pigmento, della produzione giornaliera di tessuto pilare, della velocità di crescita in lunghezza. In quella cronica invece l'organismo cerca di adattarsi al deperimento nutritivo trattenendo le proteine necessarie alla svolgimento dei processi vitali per la sopravvivenza, con effetti simili ai precedenti ma in forma più grave, basti pensare che in questi casi la percentuale dei capelli in anagen può scendere all'1% e la velocità di crescita ridursi ad 1/10 di centimetro al mese.

È importante sottolineare che tutte le alterazioni del capello provocate da scompensi nutrizionali si dimostrano reversibili una volta riequilibrata l'alimentazione con l'apporto delle proteine mancanti.

ALOPECIA DA STRESS PSICO-FISICI

Si manifesta durante o a seguito di situazioni stressanti (shock emotivi, lutti, separazioni, malattie debilitanti, periodi  di super-attività fisica o mentale ecc.). Si tratta di un telogen effluvium scatenato dalla particolare condizione psico-fisica del soggetto. La progressione o l' arresto della caduta dipendono in gran parte dall'andamento dell' evento stressante.

ALOPECIA IATROGENA

Può essere di tipo anagen o di tipo telogen e si manifesta a seguito di particolari cure farmacologiche. I trattamenti antitumorali a base di citostatici rappresentano un esempio classico, ma l'elenco dei farmaci che inducono la caduta dei capelli è numeroso. Generalmente questo tipo di alopecia si risolve spontaneamente alla cessazione dell'assunzione del farmaco responsabile.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie