CADUTA DEI CAPELLI

Il ciclo del capello

Nell’uomo l’attività dei follicoli piliferi si espleta attraverso tre differenti fasi che nell’insieme costituiscono il ciclo di crescita del capello e che rispettivamente prendono il nome di anagen, catagen e telogen. Tale attività è caratterizzata da un’alternanza di periodi durante i quali ogni follicolo lavora in modo autonomo, cosa che determina nel cuoio capelluto la contemporanea presenza di follicoli in fase di attività in cui il capello si forma e si sviluppa e follicoli in fase di riposo in cui il capello arresta la crescita per poi cadere e riprodurre un nuovo pelo. Normalmente, in un cuoio capelluto sano, i follicoli in fase anagen sono l’80/90%, quelli in fase catagen circa l’1% e quelli in fase telogen  il 10/20%.

Anagen (fase di crescita): rappresenta la fase più lunga del ciclo, ha una durata media di 2-4 anni nell’uomo e 3-7anni nella donna e tende ad accorciarsi con l’invecchiamento. La crescita media del capello è di circa 1 centimetro al mese. Poiché la lunghezza del capello dipende dalla durata dell’anagen è facile comprendere il perché della diversa lunghezza dei capelli tra sesso maschile e sesso femminile. I principali problemi dei capelli riguardano proprio questa fase.

Catagen (fase involutiva o di transizione): delle tre fasi è la più breve, ha una durata di circa 3-4 settimane ed è caratterizzata dal graduale arresto delle varie funzioni vitali fino ad arrivare alla atrofizzazione della papilla, alla regressione del bulbo pilifero e alla scomparsa della guaina epiteliale interna. In questa fase il follicolo si accorcia progressivamente fino alla scomparsa del segmento inferiore e si avvia verso la successiva fase di riposo o telogen.

Telogen (fase di riposo funzionale): ha una durata di circa 3 mesi e rappresenta il periodo terminale del ciclo pilifero durante il quale avviene il distacco e la caduta del pelo. In questa fase la matrice del pelo scompare e cessano le attività del follicolo. Tuttavia il capello non cade subito ma rimane ancorato al follicolo fino a quando quest’ultimo  non ritorna in attività per dare inizio ad un nuovo anagen e quindi ad un nuovo ciclo.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie